Archivio | marzo, 2013

Todi vista da Umberto Manfroni

31 Mar

Manfroni (Piazza e Duomo)

Piazza e Duomo

Manfroni (Via Mazzini)

Via Mazzini

Manfroni (La Consolazione)

La Consolazione

Manfroni (San Carlo)

San Carlo

Annunci

Monte Mascarano (Montesanto)

31 Mar

Montesanto

A oveste de la Città ce sta ‘n’artura più ciuca. A li tembi de li Romani, sussopre ta ‘sto montarozzo, ce stéa un tembietto cunsagrato tal dio Marte, tand’è vero che, ‘ntel 1835, è tullìne che s’aritruò ‘na stadua de bronzo de quisto dio, che se l’è fregata ‘l Papa e mo sta ‘nde li musei vaticani. El tembio vinne pu travasato in una fortezza. Doppo el millledugentrentacinque, pe’ volondà del vescòo Bonifacio de li conti de Collemezzo, ce facettero un convendo pe’ le moniche Clarisse, ditte de San Damiano. Quiste, a causa de li risichi pe’ le tande guerre, se trapiandarono a Todi vennenno el monosatero ta li Francescani minori, pe’ trecendo fiorini d’oro. Cusicché, ‘ntel 1448, ce annietero a vivece ‘sti frati. Pe’ testo mutivo je se commiò el nome in quillo de Montesanto. ‘Ndel medioevo, ‘sta collinetta era chjamata Monte Mascarano, da “masca”, che vordì maschera, strega, spirito gattìo e da “ano” che vordì fondo terriero. Dunque: el loco de la strega, un posto malefico.

Monte Mascarano

Montesanto nel 1952

 Montesanto (anni 50)

Montesanto 1955

Montesanto SIh

Montesanto nel 1899

Montesanto nel 1899

Montesanto nm

Immagine

Così vede Todi Daniele Caporali

28 Mar

caporali daniele 2016

Via Termoli

daniele 2

San Fortunato

daniele caporali

La Consolazione

immagini di daniele

Tasselli tuderti  2019

 

Daniele Caporali

 

2018 Caporali Daniele

2018

Caporali Daniele

2017

Daniele Caporali

Collevalenza – Santuario di Madre Speranza

Daniele 1

In occasione dell’ingiustificato rifacimento delle rotonda di Portaromana

daniele 3

daniele 2

daniele 4

1982 – VIGNETTE SATIRICHE TRATTE DAL LIBERCOLO DI PASQUINO DA TODI

A risanamento

Progetto risanamento del Colle tuderte

A semafero

Istallazione semafori a Duesanti

Aquilone corretto

Il potere politico degli anni ottanta

 

Todi vista da Edmondo Biganti

26 Mar

Edmondo Biganti (Jacopone)

                                                Monumento a Jacopone

 

Edmondo Biganti (la Consolazione)

                                              Tempio della Consolazione

 

Edmondo Biganti (Piazza Grande)

                                   Piazza Grande ed i palazzi comunali

 

Edmondo Biganti (San Carlo)

                                                        Chiesa di San Carlo

 

Edmondo Biganti (il Duomo)

 Il Duomo

edmondo-biganti

edmondo-biganti-vy

edmondo-biganti-e

edmondo-bigant-ci

Le frazzioni de Todi: Torrececcòna

24 Mar

Torrececcona

Da “Todi e i suoi castelli” di Franco Mancini

 TORRECECCONA

Popolazione (1808): 83; (1951): 238. Villa edificata nel 1410 da Ceccone di Arnaldo. Poco oggi rimane dell’antica costruzione. La primitiva chiesa parrocchiale, dedicata a San Biagio, si trovava probabilmente nel podere che oggi porta lo stesso nome; allorché questa venne abbandonata, perché cadente, la parrocchia fu trasferita nella Chiesa della Concezione.
Una strada ben praticabile conduce al paese: presso il quale si trovava Polzolano, una villa (oggi ridotta a fattoria) di una quarantina di abitanti, con chiesetta intitolata a San Martino.
Nella seconda metà del cinquecento fu nominato signore di Torrececcóna e di Chioano Matteo Lalli, già da papa Pio IV insignito con il titolo di conte di Ripalta, per aver militato, in qualità di colonnello dell’esercito polacco, al servizio di Santa Romana Chiesa. I Lalli (venuti in Italia al seguito di Carlo d’Angiò) erano poi risaliti verso gli Abruzzi (dove ebbero feudi e possessioni) e l’Umbria. Nel XVIII secolo, il conte Gian Matteo Lalli, commissario delle strade di Todi, esercitava ancora il diritto di alta e bassa giustizia, giudicando sotto «la quercia bella» del Collarezzo (abbattuta pochi anni or sono) con onestà e rettitudine.

Torrececcona il castello)

Il Castello di Torrececcona

 

Chi cià vecchie foto o conosce fatti e misfatti avvenuti a Torrececcona pote inviamme documentazzioni e scritti, che siranno messi a integrazzione de li cenni storici sopra pubblicati
Jacopino da Todi

jacopino.tudertino@lbero.it

 

El pozzo itinerante

22 Mar

Pozzo itinerante 001

A manritta de Porta Romana ce stéa, laddòe mo cionno frabbicato, un pozzo. Lo fice fane el guernatore de Todi Andrea Longo, ‘ndel londano 1581. Attusì come se legge ‘nde la scritta che curre tutt’attorno ta lùe e che dice: “Longus Andreas Parmensis gubernator erexit Gregorio XIII pontifice maximo anno Domini MDLXXXI”.  El puteale del pozzo vienze, più tarde (la data nun se conosce), straportato ‘nte la Piazza Grande e tullì ciarmase fino al 1862, quanno  fune messo ‘nde la Piazza de San Fortunato (comme se vede da ‘sta vecchia fotocrafia). Mo se trùa, a mancina, ta l’imbocco del piazzale de la Rocca.

San Fortunato tempo fa

Quanno,’ndel 1926, se fecette la scalinata del Tembio, la piazza andistante scumbarze e ‘sto puteale vinne arlocato ta l’imbocco de la Rocca. In tutti quist’anni nun ciaùto màe ‘na manutenzione. Defatti, è annata sperza carche parte del basamento, è illeggibile l’ascrizione che je gira tuttattorno e je nasce puro l’erba addosso. Eppuro è del milleseicendo! Nun ciaérà preggio? Nu’ lo so ma sembre quattrecedotrend’anni cià!

Li trasporti

21 Mar

Inaugurazione servizio Todi-Perugia-Terni

Inaugurazione servizio autobus (14 giugno 1908)

Inaugurazione servizio pubblico trasporti da Todi a Perugia e Terni