Archivio | settembre, 2013

Foto storiche: decima serie

29 Set

Castello di Montenero nel 1930 SI

Castello di Montenero nel 1930

Cattedrale 1817 (lato destro)

La Cattedrale (lato destro)

Monastero delle Lucrezie 1935

Monastero delle Lucrezie nel 1935

Collevalenza Anni 50 SI

Panorama Collevalenza nel 1954

Ponte di Ponterio

Pontenaia 1915 (costruzione della stazione ferroviaria)

Costruzione stazione di Pontenaia nel 1915

Annunci

Tutto Moracci

28 Set

Moracci Romelio

 

https://jacopinodatodi.wordpress.com/2012/12/19/todi-mio-romelio-moracci/
https://jacopinodatodi.wordpress.com/2012/12/01/todi-romelio-moracci/
https://jacopinodatodi.wordpress.com/2012/11/27/el-conte-polidoro/
https://jacopinodatodi.wordpress.com/2012/11/25/via-de-la-piana-core-mio-romelio-moracci/
https://jacopinodatodi.wordpress.com/2013/03/12/mamma-romelio-moracci/
https://jacopinodatodi.wordpress.com/2013/01/14/el-barcarolo-de-montemulino/
https://jacopinodatodi.wordpress.com/2013/01/07/la-befana-romelio-moracci/

Aforismi, pensieri, proverbi (quinta serie)

27 Set

Sant'Ilario 1926 SISan Carlo nel 1926

Co’ lo sbajà s’ambara
Troppo sole sciarda
A casa dei ladri se rubba male
Quanno ‘l gatto fa le ruzze, el tembo fa le bizze
Robba truàta menzo rubbata
Chi se loda se sbroda
La fame fa scappà el lupo da la coàccia
Quanno scamba è tempo de lumache
L’anima ce l’ha solo el sammuco
Chi vole i sandi se li baci
Fargia l’erba si voli i bòi satolli
Si voli l’acqua nun roppe la brocca
Chi cià cuscenza nun fa quadrini
Chi cià recchie ‘ndenne
‘Na rennula nun fa primavera
Pulitici e polli nun so’ màe satolli
La donna riggina te manna in ruìna
Chi nun prùa nun crede
Chi è nato co’ la rogna, more grattannose
Rajo de somaro nun arriò màe in celo
Sui sordi n’ce se spuda
Terra stommolata, nun ce nasce patata
Sordi e dolori, chi ce l’ha se li tiene
Ogni giorno è truàto
E’ un guajo stuzzicane el formicajo
Si vòi l’òo ‘gni mattina, faì magnà el calginaccio ta la gallina
Trista la perzona che nun s’offenne
I sordi del tirchjo se li gode lo sciambagnone
Seme spregato si el campo è attoppato
Chi tando abbranga, gnente stregne
L’erba trista nun se striga màe
Nun è bruschetta sinza struccio d’ajo
El lapo pizzica e pu se smadra
Finita la fagola, s’arimane al bujo
Todi è bella quanno el tembo spangella
L’onore nu’ lo venne lo spezziale
Li soldi fonno jì l’acqua allinzù
Paja o fieno, basta che lo stommico è pieno
‘Na spiga nun fa ‘na gregna
El fieno n’è fatto pe’ li somari

Tutto Jacopino

25 Set

Aquila tuderte

 

Jacopino da Todi

https://jacopinodatodi.wordpress.com/2012/11/29/le-bestie-so-loro/
https://jacopinodatodi.wordpress.com/2012/11/26/la-gorbe-e-lua/
https://jacopinodatodi.wordpress.com/2013/03/06/nun-canda-piune/
https://jacopinodatodi.wordpress.com/2013/03/03/la-verita-e-lamore/
https://jacopinodatodi.wordpress.com/2013/01/17/nengue/
https://jacopinodatodi.wordpress.com/2013/01/09/quanno-l-penziero/
https://jacopinodatodi.wordpress.com/2013/05/03/la-rocca-jacopino-da-todi/
https://jacopinodatodi.wordpress.com/2012/11/26/lombra/
https://jacopinodatodi.wordpress.com/2013/06/01/pesso-jacopino-da-todi/
https://jacopinodatodi.wordpress.com/2012/12/28/todi-annebbiata/
https://jacopinodatodi.wordpress.com/2012/12/18/el-portabanniera/
https://jacopinodatodi.wordpress.com/2012/12/17/beatrice/ https://jacopinodatodi.wordpress.com/2012/11/26/a-sera-2/
https://jacopinodatodi.wordpress.com/2012/12/06/la-strada-de-casa/
https://jacopinodatodi.wordpress.com/2012/12/05/porca-mannaggia/
https://jacopinodatodi.wordpress.com/2012/12/01/rione-pugilli/
https://jacopinodatodi.wordpress.com/2012/11/30/san-cassiano/
https://jacopinodatodi.wordpress.com/2013/09/17/la-canna-ladra/

La canna ladra

17 Set

Canna ladra in nero

Che tembi! Eriàmo pottacci e in carche maniera, durande ‘l periodo de le vaganze, doeàmo truà ‘l modo de fa’ passà le jornate. Oltre a li spassi, come chjapparella, nisconnino, lo stiaffo del soldato, (molto apprezzato era ‘l gioco del dottore co’ le potte) ciaeàmo ‘l pallino d’annà a fregà le frutta ta li condadini. Se jìva a rubbàlle ch’erono angò acerve, tando da fatte allappà la bocca pe’ menza jornata. Ta le parti sotto ‘l Vicolo Bello, lungo la stràa de la circonvallazzione, ce stéa ‘l cambo de Biscotti, protetto da ‘na rete troppo arta pe’ potella saltà. Dillàne ta la rete, a ‘n par de metri, passàa ‘l primo filaro de ùa de la vigna. Endrà ‘ntel territorio nimico, passanno a valle, era un risicho, perché Biscotti perlustràa sune e june, co’ tando de vinco o tortore e curréa comme un lèpore e si te acchjappàa erono cavolacci neri. Ondre a beccatte carche vincata ju le gamme, si t’arconoscéa, facéa la spia ta la mamma tua e doppo ce s’armediàa l’aggiunta a casa. Eriàmo dei saleppichi. Io nu’ lo so chi è che t’anvendato la “canna ladra” ma, de certo, fune ‘n’invenzione da genio. Co’ quilla potèamo fregaje l’ùa, ta Biscotti, sinza che ce potesse chjappà. Comme li briganti mettiàmo ‘l fazzoletto su la faccia pe’ nun facce arconosce. Jiàmo a coje le canne più lunghe che ce stéano e pu, doppo avelle rastiàte de le foje, le spacchiàmo su la cima e je mettiàmo un pezzetto de canna istessa a contrasto tra le du’ parti. Legaàmo ‘l pezzetto co’ ‘no spago, lungo comme la canna, che, tirato, facéa scappà ‘sto legnetto, cosicché le du’ parti, tinute uperte, se ricchiudéano. Se infilàa la canna ladra tramenzo la rete, se puntàa un grappolo, posizzionanno la forcina uperta de la canna sul graspo. Pu, zac! Se tiràa lo spago e ‘l cacchjo venìa ‘ntrappolato. Doppo, s’encominciàa a torce la canna dicquàne e dillane, fino a che el graspo se spezzàa. Parecchie vorte cascàa per terra. Pazzienza, s’aripetéa l’operazzione. Quanno se riuscìa a portà el cacchjo de l’ùa fino ta la rete, ce stèa ‘n andro momendo de difficoltà, perchéne toccàa fallo passà ‘ntel rombo de la rete ma, gracicio pe’ gracicio lo tireàmo fora. Quanni batticori, quande fughe a scapicollo e quande lasche ce so’ costate ‘ste eroiche imprese! Erono i tembi de le canne ladre ma erono canne che nun se fumàono.

Jacopino Tudertino

Regia Scuola Agraria – 1926

13 Set

Montecristo (Cittadella Agraria)

Regia Scuola Agraria

La pubbricità ‘ndel 1925/27

13 Set

La pubbricità a Todi su li jornali ‘ndel 1925

Pubblicità 1

Pubblicità 2

Pubblicità 3

Pubblicità 4

Pubblicità 5

Pubblicità 6

Pubbricità a Todi  ‘ntel 1927

Pubblicità Cantieri Lupattelli

Pubblicità 1927 Alimentari Merli e idraulica Carbonari

Pubblicità 1927 B

Pubblicità 1927 Cavour RistoranteJPG

Pubblicità 1927 Buona StampaJPG

Pubblicità 1927 Comez abbigliamentoJPG

Pubblicità 1927 Comez Bachi da setaJPG

Pubblicità 1927 Morigi mobiliJPG

Pubblicità 1927 Radiotelefonia Tenneroni

Pubblicità 1927 ricami Tenneroni e calzature Migliorini JPG

Pubblicità 1927 Tipografia TuderteJPG

Pubblicità  bar Pianegiani

Pubblicità Abbigliamento Simoni

Pubblicità Agenzia Auto Renzini

Pubblicità Albergo Mancini

Pubblicità Albero Jacopone

Pubblicità dentista e Ferramenta Mancini

Pubblicità Fornaci Toppetti

Pubblicità Gabusi e Morigi

Pubblicità Officine Carbonari

Pubblicità Seggiole Crispolti