Le frazzioni de Todi: Torregentile

22 Mag

Torre Gentile

TORREGENTILE (Da “Todi e i suoi castelli” di Franco Mancini)

Abitanti 188 nel 1808, 322 nel 1951.  Grazioso paesello all’ombra delle querce, un tempo villa di poche famiglie, che i cronisti dicono fondata da Gentile di Biagio da Carognòla, nel 1433. La chiesa (recentemente ricostruita in stile romanico su disegno di Pollione Moriconi) è dedicata a Sant’Eurosia. Carognòla (detta prima Carogne o Pian di Carogne) era pure una villa: venne distrutta nel secolo XV. Di essa rimangono alcune rovine, raggruppate attorno al vecchio castello. Aveva una chiesa intitolata a santo Stefano. Nei pressi di Torregentile si ricordano, inoltre, Costelle, dove era l’Oratorio di Santa Chiara; Olivola, già castello (rimane ottimamente conservata la torre) e poi villa, con chiesa parrocchiale (soppressa nel settecento) detta di Santa Maria di Olivola: la piccola Chiesa di San Lorenzo de’ Pacconi, oggi del tutto rimaneggiata; Torre Antoniaccia, che si dice fabbricata nel 1433 da Antoniaccio Milii, fiero ghibellino di Todi; Villanova, fondata, sembra, nel secolo XIV: aveva una chiesa intitolata a San Mauro, che fu parrocchia fino al 1517.

TORREGENTILE (da “L’acqua dei castelli” di Massimo Rocchi Bilancini)

L’asfalto termina a Torregentile ma aldilà del fosso, al bivio della Maestà, la strada bianca continua. Procedendo diritti si va a Torre Olivola e, volendolo, anche più lontano, fino a sbucare dalle parti di Camerata. Prendendo a sinistra, in discesa, si arriva Carognola: per chi vi arriva la prima volta, la sua torre cilindrica e le sue mura restaurate, degne di un vero castello, lasciano credere che il vero centro della frazione sia questo e non il gruppo di case intorno alla chiesa parrocchiale. Il paesaggio, non diversamente dalle vicine Romazzano e Izzalini, vede nella pietra la principale protagonista. Sassi più o meno grandi sono dappertutto e soprattutto nelle cortine ordinate dei muri a secco, elevati a scarpa, che sorreggendo i terreni delimitano ad ogni dove le strade. Anche le case sono in pietra. Se qualcuna invece è intonacata, non lo è per scelta, lo è solo per sbaglio. E’ un paesaggio agrario e ancora rurale, integro e originale, “contaminata” è invece la popolazione che oggi ci vive. Alle famiglie storiche del posto, ai Dominici e agli Antonini, si è affiancata infatti negli ultimi decenni gente nuova, italiana e straniera, gente che ha acquistato casali e li ha restaurati, artisti di fama mondiale accanto a uomini di cinema e teatro. Una contaminazione basata sul rispetto reciproco e sul tentato incrocio tra i due mondi.

Massimo Rocchi Bilancini

PICCOLA NOTA

Questo pittoresco borgo dista circa 6 chilometri da Todi. La facciata della chiesa dedicata a Santa Illuminata, eseguita in stile romanico e con campanile a vela, è opera dall’architetto tuderte Pollione Moriconi. All’interno della chiesa ci sono due dipinti dell’artista tuderte Andrea Polinori: la “Crocefissione con San Carlo Borromeo e Santa Eurosia” del 1615, e la “Madonna con Bambino e Santi domenicani”.

1922 Torregentile  (casi d'Olivola)

1923 Torre Olivola

1925 Chiesa di Torregentile

1925 Chiesa di Santa Illuminata

Torre Gentile (Borgo di Olmeto)

Borgo Olmeto

Torregentile a

2014 Castello di Carognòla

Torregentile ma

2014 Chiesa di Santa Illuminata

Chi cià vecchie foto o conosce fatti e misfatti avvenuti a Torregentile, pote inviamme documentazzioni e scritti, che siranno messi a integrazzione de li cenni storici sopra pubblicati .

Jacopino Tudertino

jacopino.tudertino@libero.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: