L’Antologia Tuderte: quanno ‘l calamajo è el còre (Elisabetta Carbonari)

31 Lug

Antologia Tuderte

Scrìi e aricconda un episodio de vita che se riallacci ta la nostra Città e concernente el rapporto sendimendale che ciài aùto o ciài anco’ co’ lìa. L’argomendo nun è vincolato e pote ariguardà le più svariate sfaccettature (meno che quille pulitica e ministrativa) de la nostra comunità tuderte. I laòri non déono esse pubbricati su la paggina del Gruppo “Sei di Todi se……” ma inviati a: jacopino.tudertino@libero.it. Pubbricherò co’ piacere, sul blogghe de Jacopinodatodi, li vostri scritti. Ah, la penna sirà la mano ma ‘l calamajo dèe da esse el core. Grazzie.

 

Listener[1]

ELISABETTA CARBONARI

 

LA PIAZZA, IL CENTRO DELLA VITA (di Elisabetta Carbonari)

Passavo ore ed ore ad ammirarti dietro i vetri della mia finestra, amica cara della mia giovinezza. Con la tua semplicità soave, i tuoi silenzi assordanti e la bellezza dei tuoi palazzi: le arcate, le trifore, le torri ed i tuoi merli lassù in cima, luoghi di lotte e sfide, leggende, arte e cultura…fantasie di storie lontane. Sei tu, la Piazza di Todi, ciò che più mi è caro. Sei stata una madre benevola per noi bambini delle elementari, che all’uscita di scuola, ancora con le cartelle in mano, correvamo verso te per perderci poi verso le nostre case. Ed i tuoi vicoli e voltoni dai quali correndo uscivamo ed entravamo per giocare a nascondino. Le corse su per le scale della cattedrale fino in cima per poi girarci a guardarti di lassù, senza fiato ma felici. E poi dietro ai tanti piccioni che a mezzogiorno ti giravano intorno come a farti festa . Eri affollata e piena di Tuderti quando, la domenica, terminava la Santa Messa, era un piacere vedere tutti scendere dalla bella scalinata per godere insieme di quelle ore liete. Eri gioiosa e colorata durante i giorni di fiera. Che spettacolo vederti dall’alto con tutte quelle tende colorate, con i palloncini che ogni tanto volavano nel cielo. Ancora più bella eri di notte silente ed austera, composta ed immobile, un luogo sicuro dove ritrovare me stessa… luogo di fantasia e realtà, di favola e sogno. Tu eri luogo di vita, il centro della mia vita.

Elisabetta Carbonari

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: