Archivio | dicembre, 2016

L’Antologia Tuderte: quanno ‘l calamajo è el còre (Maria Teresa Mannaioli)

30 Dic

 

maria-teresa-mannaioli

MARIA TERESA MANNAIOLI

 

 

LA BEFANA CON I TACCHI A SPILLO

,,Sono felice per aver avuto Natali veramente festosi… La Messa a mezzanotte al Duomo con i momenti del rituale sottolineati dall’organo, l’ omelia del vescovo.. Le luci che si accendevano all’ esposizione del Bambino Gesù.. Tu scendi dalle stelle!!. Banchi pieni di bella gente vestita a Festa!! Signore profumate, quasi quanto l’ incenso.. Con al collo volpi che mordevano i fermagli, che oltre a pena (ma erano altri tempi e.. Non avevamo sviluppato una profonda sensibilità.!!!… Come oggi!!) mi mettevano paura.. Ma le Signore strette ai mariti erano belle.. Quelle dei primi banchi poi mi sembravano altissime ma forse lo erano.. Erano le Contesse.. Anche i mariti,i Conti, tutti belli, elegantissimi, in blu.!!Io..trafelata entravo dalla porta laterale..Il Coro della cattedrale intonava il canto Gregoriano “Veni creator Spiritus”magistralmente eseguito.. Tutti in piedi.. Ingresso del Vescovo Alfonso Maria De Sanctis,degli officianti,dei chierici, dei seminaristi,.Iniziava la Messa Solenne.Sguardi di affettuose intese, sorrisi,! Non c’ era lo scambio del Segno della pace. C’ era la formula latina PAX HOMINIBUS BONAE VOLUNTATIS, e in latino era tutta la Messa.. E..tutti più che capirlo lo intuivamo perché faceva parte delle nostre radici ,non di potenza materiale,ma di Cultura, che ci faceva ammirare da tutto il mondo. All’ uscita dalla Messa non c’ erano addobbi o luci scintillanti, ma nella nostra splendida piazza gruppetti di giovani, vecchi, bambini si auguravano Buone feste.Il giorno di Natale.. Anche con il freddo più pungente, caldo di affetti famigliari, pranzo con i sapori e i profumi di brodi di cappone.arrosti.insalate con aceto bollito.. Torroni, amaretti ..pinoccate, liquori fatti in casa, caffè con la caffettiera napoletana.. E poi l’uscita per la visita ai presepi. Montesanto sempre il più bello!Accompagavo la nonna alle Funzioni serali, rigorose il giorno di Natale, poi a casa al caldo del focolare ,cena con gli avanzi, e poi… tombola!! Ceci per segnare i numeri sparsi per tutta casa, con i soldi vinti.. il giorno di Santo Stefano al cinema.. Vasta scelta.. Comunale,vietato,Sangue e Arena.. Cral: Mezzogiorno di fuoco western, non mi piaceva.. San Nicolò La vita è meravigliosa, Bellissimo!! Lo riguardo ancora oggi!! E così quell’ atmosfera di festa durava fino alla Befana.. Ma la luce intima che aveva acceso il Natale rimaneva in me. E ancora oggi dopo tanti anni se mi guardo bene in profondo, non trovo una vecchia che potrebbe essere scambiata per la Befana, che oltre tutto è quasi in Disuso, ma una ragazza così giovane che sale la scalinata del Duomo di Todi con i tacchi a spillo e a tracolla ha una Volpe, finta.. ecologica.. per essere in linea con i tempi… che però non sono belli come quelli che ho vissuto!
Maria Teresa Mannaioli

 

CAPODANNO (di Maria Teresa Mannaioli)

Il giorno di CAPODANNO, dopo un pranzo da FESTA: crostini tagliolini in brodo di cappone insalata scarola condita con aceto bollente, arrosto con patate, zuppa inglese, pinoccate, torroni, etc. si facevano programmi per andare al cinema: CRAL: Le campane di Santa Maria, con Ingrid Bergman nella parte di suora. Comunale Notorius sempre con Ingrid Bergman nella parte di Amante di Gary Grant… se i soldi vinti la sera precedente a Tombola bastavano si andava a tutti e due !!Adoravo le luci del comunale emanate da bei lampadari e appliques di Murano, mi piacevano tanto anche le foto degli attori del Cral, non mi dava fastidio neppure la puzza di sigarette, che mi impregnava i vestiti!! E quando ritornavo a casa, la mamma mi inquisiva: “HAI FUMATO????” o “non sarai mica andata su un palchetto” Bei tempi!!!