Archivio | febbraio, 2017

Todi e le immagini di Elena Fabrizi

27 Feb

elena-fabrizi-foto

Elena Fabrizi

elena-1

elena-2

elena-3

elena-4

elena-5

elena-6

elena-7

elena-8

elena-9

elena-10

Annunci

Todi e i pennelli di Fabrizio Pacelli

7 Feb

pacelli-fabrizio

PACELLI FABRIZIO

faabrizio-pacelli-1

pacelli-fabrzio

pacelli-fabrizio-2

fabrizio-pacelli

pacelli-fabrizio-4

pacelli-fabrizio-3

pacelli-fabrizio

pacelli-fabrizio-5

 

PORTA AUREA (porta d’oro)

4 Feb

PORTA AUREA (porta d’oro)

La chiesa di Santa Maria in Cammuccia fu costruita sopra le fondamenta del tempio ormai diruto della dea Venere Aurea. Era costume degli antichi erigere i templi dedicati a Venere all’interno della città, nei pressi delle sue porte, mentre per Marte venivano eretti fuori le mura. La dea Venere, tra gli altri appellativi, era chiamata Aurea e lo testimoniano lo storico greco Diodoro Siculo e il vate Publio Virgilio Marone. Anche in una moneta del governatore romano Gaio Giulio Vindice c’è, appunto, l’iscrizione di Venere Aurea. Ecco perché, a ridosso della chiesa di San Giuseppe, la porta dalla quale partono le note Cento Scale che conducono verso Porta Libera e subito dopo inizia la Via di Mezzomuro, essendo prospicente al distrutto tempio di Venere (ora chiesa di Santa Maria in Cammuccia), in onore della dea venne chiamata “Aurea”, dopo aver avuto la denominazione di Porta Scalorum.

 

2016-porta-aurea

 

porta-aurea-dopo-ripulitura