LA DATA (Jacopino Tudertino)

26 Set

LA DATA (di Jacopino Tudertino)

Già, certe date segnono la vita,
so’ comme un timbro misso dal notaro.
Una per me è un ricordo tando caro,
che però abbrucia fusse ‘na ferita.
Le bancherelle, i stridi dei fistietti,
la lotteria, le nocchje mericane,
el bronzeo sono a festa de cambane.
Jornata de gazzose e de torchietti.
La divozzione per un omo santo
te richjamàa tandissimi sul posto,
ce stèi puranco te ch’eri ‘no schianto.
Ce straguardammo fissi, de niscosto,
eri ‘na pottarella, che rimpianto!
Nun scordo màe quil venditré d’agosto.
Jacopino Tudertino
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: