LE CENDOSCALE (di Jacopino Tudertino)

31 Gen

LE CENDOSCALE

Ju pe’ le Cendoscale, a primavera
(che cendo pu nun so’ ma cendo e rotti),
a pomicià se java. Erimo potti
e ce s’annàa sul fasse de la sera.

Allora nun ce stéono i lambioni
e el bujo, co’ la luna appena sorta,
tra lI bacetti e lisci d’ogni sorta,
stéono a facce muti i testimoni.

Le Cendoscale, si le fai ju a scegne,
t’artrùi tramenzo a Via Sandamaria
ma si le fai a salì, col fiato a stregne,

arrìi su a Portalibbera e te sfiati
a fa’ ‘n salita, ansanno, ‘st’aspra via.
Vordì che a iosa l’anni so’ passati.

Jacopino Tudertino (trinduno gennaro 2019)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: